immagine
English version

ATTIVITÀ SUI 137 KHZ



immagine
Fig. 1
Ecco una sommaria descrizione delle apparecchiature che ho realizzato per poter operare sulla banda che ci è stata concessa sulle onde lunghe, da 135.7 a 137.8 kHz. Dato che abito in città, le maggiori difficoltà sono sorte per l'antenna, non avendo a disposizione terreno e spazi sufficienti per l'erezione di una "Marconiana" di dimensioni adeguate. L'unica soluzione possibile è apparsa quella di usare il dipolo verticale per i 160 metri, descritto in Antenne HF (vedi figura 1), al quale ho apportato alcune modifiche descritte in Dettagli antenna OL.
Il rendimento di una siffatta antenna è naturalmente bassissimo, la perdita era stata stimata inizialmente in circa 38 o 40 dB nei confronti del radiatore isotropico, mentre attualmente, dopo le ultime modifiche apportate, la perdita sembra essersi ridotta a 34 o 35 dB; per irradiare circa 60 - 80 milliwatt occorre quindi una potenza di 200 watt. Questa potenza viene fornita da un amplificatore a transistors appositamente costruito, preceduto da un preamplificatore, che inizialmente sfruttava il piccolo segnale presente, in fase di trasmissione, al bocchettone di antenna del mio RTX per HF descritto in Apparati HF (vedi figura 2), quando questo funziona in copertura generale.
Successivamente, avendo notata una insufficiente stabilità lavorando in visual CW (QRSS), ho costruito un nuovo RTX che copre solo questa banda ed infine ho recentemente realizzato un nuovo amplificatore, che può fornire circa 400 watt all'antenna, portando così la potenza irradiata a circa 160 milliwatt. Questi apparati sono descritti in Dettagli apparati OL.
immagine
Fig. 2
Per migliorare il rendimento dell'insieme, sono stati distesi sul tetto alcuni fili paralleli che coprono una superficie di circa 30 mq. Detti fili, insieme con tutte le altre parti metalliche presenti sul tetto, sono stati collegati al lato freddo del circuito, dove avviene il collegamento con la presa di terra, agendo come un contrappeso. In tal modo la corrente indotta in queste strutture ritorna direttamente al circuito, senza dissipare potenza nei muri.
Per ottenere migliori risultati, in ricezione viene usata un'antenna loop la cui uscita, miscelata opportunamente con i segnali provenienti dall'antenna di trasmissione, produce un diagramma a "Cardioide", utile per ridurre il rumore sempre presente in questa banda; successivamente ho costruito un altro loop, installato all'esterno, in modo da essere meno sensibile ai disturbi locali. Questi loop sono descritti in Loop riceventi OL.
Dell'attività sui 137 kHz si parla anche in due articoli su RadioRivista, usciti nel n. 5 del 2000 e nel n. 7 del 2001 (vedi anche alla pagina Articoli).

PRESTAZIONI

L'efficienza di un tale impianto, pur con le limitazioni derivanti dal fatto di abitare in città, cioè forte rumore in ricezione ed impossibilità di erigere una buona antenna, si è dimostrata soddisfacente; vedere anche Dettaglio attività. Con la potenza di circa 60 - 80 milliwatt la distanza raggiungibile in CW normale sembra essere intorno ai 700 km, mentre in visual CW (QRSS DFCW), usando lo Spettrogramma, si superano agevolmente i 1000 km; ho collegato più volte una stazione finlandese ad una distanza di 2131 km. Anche con JASON o HELL la distanza può essere ragguardevole, certamente maggiore che in CW normale. D'altra parte non è facile aumentare la potenza, essendo l'antenna troppo corta e non sufficientemente caricata in sommità, per cui, con potenze maggiori, la tensione a RF diviene troppo alta, causando problemi di isolamento; sembra comunque che l'antenna regga senza inconvenienti la maggior potenza fornita dal nuovo amplificatore. Malgrado il forte rumore abitualmente presente in banda, sono state ascoltate varie stazioni dalla Svizzera, Francia, Portogallo, Germania, Olanda, Belgio, Inghilterra, Scozia, Svezia, Finlandia, Russia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Yugoslavia, alcune con segnali molto buoni; naturalmente molte di queste stazioni irradiano potenze alquanto maggiori della mia, per cui non è altrettanto facile che esse possano ricevere i miei segnali. Purtroppo la carenza di stazioni attive in Italia non consente una buona sperimentazione sulle medie distanze, molto utile per la messa a punto dell'insieme.

A chi desiderasse maggiori dettagli sull'attività in tale banda, consiglio di visitare il sito Long Wave Radio

Vai alla pagina dell' Attività sui 472 kHz